Studio Legale Avv. Sirio Solidoro

RICORSO PER ISCRITTI E LAUREANDI IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA_CONCORSO_2016

RICORSO AVVERSO IL BANDO MIUR

    AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

DEI DOCENTI IMMATRICOLATI O LAUREANDI SFP-

***

Dopo le numerosissime richieste, e l’attento studio e le meticolose valutazione del bando, proprio come è solito fare il nostro Studio, AVVIATO il ricorso per gli iscritti e i laureandi in Scienze della Formazione primaria  CLICCA QUI PER GLI ALLEGATI

Il MIUR prosegue con la sua condotta illegittima e, in occasione del Bando per il Concorso a cattedra 2016, limita ingiustamente la partecipazione ai soli docenti che hanno già conseguito il titolo di laurea abilitante SFP, escludendo invece i docenti iscritti o laureandi in SFP.

Va detto che il corso accademico in SFP costituisce un vero e proprio percorso abilitante all’insegnamento e, dunque, non è possibile escludere dalla procedura concorsuale i docenti iscritti ai predetti corsi universitari.

Come abbiamo più volte ribadito, il comportamento del Ministero risulta palesemente incostituzionale e discriminatorio, poiché il MIUR non può favorire i docenti che hanno conseguito la laurea, limitando soltanto ad essi la partecipazione al concorso, a scapito di chi, ancora, per qualunque regione, non abbia conseguito il titolo accademico, ma risulta comunque iscritto ai corsi SFP.

La giustizia amministrativa, tuttavia, potrà restituire tale possibilità occupazionale, permettendo anche ai docenti iscritti o laureandi in SFP la loro partecipazione al Concorso 2016.

Il MIUR sarà quindi chiamato ad assumere le proprie responsabilità dinnanzi agli organismi competenti.

Per le suddette ragioni, il Bando verrà impugnato al TAR Lazio, tramite ricorso collettivo. Al TAR verrà richiesta la misura cautelare ai fini dell’immediata partecipazione al concorso, dei docenti non ancora laureati in SFP.

Modalità di adesione:  Per chi non l’avesse fatto occorre scrivere una email a: ricorsosfpbando@libero.it

A)   Documenti da inviare al MIUR ed USR.

Gli interessati dovranno inviare al MIUR e all’USR, presso cui intendono concorrere, la domanda allegata in calce al presente file.

La domanda, che troverete in calce alla presente, dovrà essere inviata: una al MIUR e un’altra all’USR di propria scelta, esclusivamente con racc. a.r. Può essere scelta una sola regione. Il termine ultimo, per inviare le predette domande, è il 30.03.2016, ore 14,00. Occorre conservare una copia di entrambe le domande e delle relative ricevute di ritorno e di spedizione. Il ricorrente dovrà altresì versare i diritti di Segreteria, come previsti dal bando per tutti i docenti che vogliono concorrere; tale imposta andrà versata al MIUR, ed è obbligatoria per tutti i docenti ai fini della loro partecipazione al concorso, a pena di esclusione. Il versamento, di 10,00 euro, andrà effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate Iban: IT28S01000 03245348013241000, intestato a sezione di tesoreria 348 ROMA SUCCURSALE, causale: regione – procedura concorsuale/posto comune –nome e cognome – codice fiscale del candidato. I soli diritti di segreteria vanno versati tante volte quanti sono gli ordini di scuola per cui si desidera concorre (es: infanzia + primaria= due volte i diritti di segreteria). Va conservata ogni ricevuta di pagamento.

B)   Documenti da anticipare allo Studio.

La domanda è rilevante solo se, contestualmente, il docente impugnerà anche il Bando. Per tali motivi, entro e non oltre il giorno 23/03/2016, fa fede il timbro postale, gli interessati dovranno trasmettere all’indirizzo, che in avanti verrà specificato, il plico, con raccomandata a.r., contenente i seguenti documenti:1) una copia delle domande, se già sono state inviate all’USR e al MIUR, in caso contrario, il docente si riserverà di trasmettere allo Studio la copia delle domande inviate, non oltre il giorno 30.03.2016 ore 14.00; 2) mandato e scheda dati. 3) copia del bonifico; 5) copia del pagamento effettuato al MIUR per perfezionare l’iscrizione; 4) un qualunque atto che attesti, o da cui si possa dedurre, l’attuale frequentazione del corso SFP (es: certificato immatricolazione, bollettini, etc.).

Per quanto concerne gli onorari, questi sono pari a 100,00 euro, il cui bonifico va effettuato al seguente codice Iban IT27B 02008 79671 000401071717, causale “Sfp immatricolati o laureandi per ammissione Concorso 2016”, banca Unicredit filiale Gallipoli, intestato ad Avv. Sirio Solidoro.

Il plico dovrà essere inviato al seguente indirizzo: Studio Legale Avv. Sirio Solidoro, Via Tommaseo n. 15, 73014, Gallipoli (Le).

Si resta a disposizione per ogni chiarimento.

Cordiali Saluti

Avv. Sirio Solidoro

 

 

 

Ti è piaciuto questo aricolo? Sottoscrivi i feed RSS

Commenta

La tua e-mail non sarà pubblicata.